Una delegazione dei rappresentanti dell’ AIPH in visita alla Giorgio Tesi Group a Pistoia

L’arboreto di Cupressus, le rose e la produzione tipica pistoiese sono stati i protagonisti della visita dei delegati AIPH.

La Giorgio Tesi Group, azienda vivaistica leader in Europa per la produzione di piante ornamentali, è tra le aziende pistoiesi selezionate per ospitare i delegati di AIPH (International Association of Horticultural Producers) provenienti dai 5 continenti che hanno espressamente richiesto di organizzare visite professionali presso aziende rappresentative di Pistoia e Pescia, e constatare le capacità produttive e la tradizione vivaistica del più grande Distretto europeo.

La visita è stata inserita nel programma di eventi dei delegati in occasione del 70° CONGRESSO DELL’ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE DEI PRODUTTORI AIPH, un evento unico per l’Italia, di grande valore tecnico ed alto profilo istituzionale che si è svolto al FLORMART a Padova, il salone internazionale del florovivasimo, che si è concluso ieri. 

Determinante nell’organizzazione delle visite il contributo dell’Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori, ANVE, che dal ottobre 2015 è socio AIPH per l’Italia, difatti tutte le aziende visitate sono associate ANVE.

I delegati AIPH sono stati accolti dal Prof. Carlo Vezzosi, agronomo e presidente della Fondazione Giorgio Tesi Onlus, e da alcuni commerciali del gruppo nel vivaio Giorgio Tesi Group di Quarrata per mostrare loro l’Arboreto di Cupressus che raccoglie oltre alle specie di cupressus presenti nel mondo, ad esempio Cupressus Numidica, il Cupressus macnabianca e  il Cupressus dupeziana, anche alcune varietà selezionate e resistenti al fungo "Seridium Cardinale", volgarmente detto "cancro del cipresso", denominate "Bolgheri", "Mediterraneo" e "Italico", a portamento fastigiato-colonnare, e la varietà "Agrimed", a portamento più allargato adatto a siepi e frangiventi. Sono presenti inoltre le principali varietà di Cupressus coltivate in Europa e selezioni promettenti in corso di studio, per un totale di 50 tra specie e varietà. Una collezione unica di specie e varietà di cipressi che è stata realizzata grazie alla collaborazione con l'Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante del CNR di Firenze.

Successivamente la delegazione ha visitato il vivaio dell’azienda nel quale sono coltivate le rose in forme tradizionali (vaso, radice nuda, arbusto, rampicante) in contenitore oppure assemblate in forme e strutture: gazebo, colonna, spalliere, piramidi, ombrelli e campane. Le rose sono una specialità della nostra azienda, frutto di un amore e un'esperienza trentennali. Per ciascuna di queste forme sono impiegate varietà di rose selezionate in base alla rifiorenza, al profumo e al portamento; con un colore unico o colorazioni miste, a piccoli e grandi fiori, di piccole, medie e grandi dimensioni. Giorgio Tesi Group distribuisce, inoltre, le rose dei costitutori e ibridatori più importanti a livello internazionale: David Austin English Roses, Kordes, Meilland e Rosen Tantau.

Infine, i delegati sono stati accolti da Fabrizio Tesi, legale rappresentate Giorgio Tesi Group e da Marco Cappellini, direttore generale, nella sede in via di Badia dove sono stati accompagnati alla scoperta della produzione tipica pistoiese, del polo logistico, fiore all’occhiello della sede di Pistoia, che garantisce collegamenti giornalieri con le 4 filiali del gruppo nel resto d’Italia e “Il Giardino della Mente”, l’installazione pensata dall’artista Michele Fabbricatore, un luogo nel quale la natura si unisce all’arte, la scultura enfatizza la bellezza del verde, l’architettura e il design si fondono con il paesaggio. 

La visita si è conclusa con un cena nel dehors dell’azienda, un momento conviviale, ma non solo, è stata anche l’occasione per affrontare con rappresentanti del settore provenienti da tutto il mondo tematiche attuali per il vivaismo.

Gallery